Consiglieri nominati Ex-officio

Ing. Alessandro Bettoni

Alessandro Bettoni si è laureato in Ingegneria chimica presso l’Università di Roma "La Sapienza" nel 1996, e ha successivamente conseguito il Master of Philosophy in Chemical and Process Engineering presso l’Università di Newcastle (Regno Unito), dove ha iniziato la sua attività lavorativa presso il CPACC (Centre for Process Analysis Chemometrics and Control).

Dopo una esperienza come Systems Engineer presso la GEC Marconi Simulation and Training Division, è approdato nel 1999 in Technip Italy, dove ha inizialmente operato in ambito tecnico in qualità di Process Engineer, nell’ambito di progetti prevalentemente nel settore petrolchimico, ricoprendo ruoli di coordinamento e gestione, e ottenendo la qualifica di Expert del Gruppo Technip per alcune tecnologie della petrolchimica. Nel periodo 2000-2002 ha svolto in parallelo l’attività di docente a contratto di Strumentazione e Controllo degli Impianti nell’ambito del Corso di Diploma in Ingegneria Chimica presso l’Università di Roma "La Sapienza".

Dal 2009 ricopre in Technip Italy il ruolo di Sales Manager per l’area America Latina e Caribe, seguendo in particolare iniziative in Colombia, Messico e Venezuela e il coordinamento delle strutture operative locali a Bogotà, Caracas e Città del Messico.

  • SUCCESSIVO

Prof. Fabrizio Bezzo

Fabrizio Bezzo è professore associato di Impianti chimici al Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università di Padova. Si è laureato in ingegneria all'università di Padova e ha conseguito il PhD all'Imperial College London nel Regno Unito. Ha lavorato alla Silicon Graphics a Minneapolis (USA) e alla Process Systems Enterprise (Regno Unito). I suoi interessi di ricerca comprendono la progettazione e ottimizzazione di sistemi energetici, in particolare con riferimento alla mobilità sostenibile, e la modellazione e l'ottimizzazione di processi delle industria chimica, biotecnologica e farmaceutica. È autore di oltre 170 articoli su riviste e atti di congressi internazionali. Presiede l'Energy Section della European Federation of Chemical Engineering.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof. Alberto Brucato

Alberto Brucato, laureato in Ingegneria chimica nel 1980 presso l’Università di Palermo. Presso lo stesso ateneo: ricercatore (1983), professore associato (1992), straordinario ( 2001) e infine ordinario di Impianti Chimici dal 2004. Ha trascorso periodi di studio e di ricerca presso le Università di Bath (UK) e di Santa Fé (Ar) e ha condotto numerose collaborazioni scientifiche internazionali.

l’attività di ricerca svolta sin qui ha riguardato principalmente: a) lo studio e la modellazione dei fenomeni di miscelazione in recipienti agitati, con particolare riguardo ai sistemi agitati multifase (solido-liquido, gas-liquido e gas-solido-liquido) per i quali ha sviluppato numerose tecniche di indagine innovative e modelli di fluidodinamica computazionale (CFD). b) lo studio e la modellazione dei fotoreattori catalitici eterogenei. c) lo studio e la modellazione di alcuni processi di dispersione di inquinanti e nubi tossiche.

Per una delle ricerche condotte in questo settore il prof. Brucato è stato insignito della "Senior Moulton Medal 2005", un riconoscimento concesso dalla Institution of Chemical Engineers" (IChemE) alla migliore ricerca pubblicata nell’anno di riferimento sulle riviste scientifiche dell’istituzione. E' membro del Working Party on Mixing e del Working Party on Education della European Federation of Chemical Engineering (EFCE) nonché Coordinatore della Sezione Sicilia dell’Associazione Italiana di Ingegneria Chimica (AIDIC).

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof. Elisabetta Brunazzi

Elisabetta Brunazzi è Professore Associato di Ingegneria Chimica presso l'Università di Pisa, Italia, dove insegna varie operazioni unitarie, progettazione di impianti chimici e corsi di intensificazione dei processi. Elisabetta è entrata a far parte dell'Università di Pisa nel 1999 dopo un'esperienza quadriennale in Italia e nel Regno Unito in società di ingegneria. Vanta una pluriennale esperienza di ricerca nel settore chimico e dell'ingegneria di processo, in particolare nei settori delle apparecchiature per la separazione, miscelazione e intensificazione di processo dei fluidi. Elisabetta è stata coinvolta e ha coordinato diversi progetti di ricerca nazionali e internazionali, entrambi finanziati da enti pubblici (Commissione Europea, Ministero dell'Istruzione Italiano) e aziende private. L'attività scientifica è documentata da oltre 100 articoli peer-reviewed. Elisabetta è delegata nazionale nel gruppo di lavoro sulle separazioni fluide (WPFS) dell'EFCE: presidente per due mandati consecutivi di 3 anni (2013-2018), segretaria per due mandati consecutivi di 3 anni (2008-2012), delegata nominata dal 2002 e ospite invitato dal 1994. Elisabetta ha presieduto l'organizzazione dell'11 ° Int. del WPFS. Conferenza sulla distillazione e l'assorbimento 2018 e ha sostenuto l'organizzazione degli ultimi congressi ECCE e WCCE. Elisabetta è Coordinatrice della Sezione Toscana di AIDIC e Membro del Consiglio di Amministrazione di AIDIC dal 2016. È redattore di materie (Distillazione e assorbimento) per Chemical Engineering Research Design, la rivista ufficiale europea dell'EFCE.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof. Paolo Ciambelli

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof. Valerio Cozzani

Valerio Cozzani è Professore Ordinario di Impianti Chimici presso l’Università di Bologna, dove tiene vari insegnamenti su progettazione e sicurezza degli impianti. Presso la stessa università è stato coordinatore del corso di studio in Ingegneria Chimica, responsabile di progetti didattici internazionali e di master su temi di sicurezza e progettazione impiantistica, e ha promosso e coordina il corso di laurea magistrale in Offshore Engineering. Svolge attività di ricerca sulla sostenibilità e sicurezza di processi industriali, indirizzando lo sviluppo di metodologie innovative per l’analisi del rischio e la sicurezza di processi ed impianti industriali chimici, e di tecnologie per la valorizzazione di risorse energetiche rinnovabili anche attraverso processi chimici innovativi. L’attività scientifica ha portato alla pubblicazione di oltre 180 lavori su riviste scientifiche internazionali. Ha coordinato numerosi progetti di ricerca finanziati da enti pubblici e aziende. E’ delegato italiano nel “Working Party on Loss Prevention and Safety Promotion” della European Federation of Chemical Engineering. Presiede il “Technical Committee on Chemical and Process Industry” di ESRA. E’ "topic leader" per il tema "Energy conversion, renewable energy and CO2 mitigation" della sezione "Energy" della European Federation of Chemical Engineering. E’ “Associate Editor” di Safety Science. E’ presidente del CISAP (Comitato Italiano per la Sicurezza ed Affidabilità nell’Industria di Processo) ed è “scientific chairman” del convegno CISAP dal 2012 ad oggi.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof. Efrem Curcio

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Ezio Nicola D'Addario

Ezio Nicola D'Addario è nato a Rosciano (Pescara) nel 1950 e si è laureato in Ingegneria chimica presso l’Università de l’Aquila nel 1975. Ha lavorato per 35 anni nel campo della Ricerca e Sviluppo, dell’Ingegneria e dell’HSE.

Ha iniziato la sua carriera in Snamprogetti (Gruppo Eni) come ingegnere di processo. E' passato poi ai laboratori centralizzati dell’Eni, dove si è occupato di Ricerca e Sviluppo in tutte le sue fasi e ha ricoperto ruoli di responsabile tecnico, responsabile di progetto e responsabile di unità. Ha lavorato in missione o in assegnamento presso le società operative del gruppo EniI, in particolare presso la raffineria di Gela e l’AgipKCO di Londra. In quest'ultima società è stato responsabile della valutazione di impatto ambientale delle operazioni di esplorazione ed estrazione petrolifere off-shore in Kazakistan. E' stato responsabile di progetti di ricerca internazionali pluriennali finanziati sia dall’Unione Europea che dal Ministero dell’Industria del Giappone. La sua esperienza varia dalla petrolchimica, alle biotecnologie, con corsi di specializzazione in Italia e all’estero, particolarmente presso il MIT di Boston.

Attraverso gli anni ha avuto modo di occuparsi di sviluppo di processi e nuove tecnologie, di metodologie gestionali nel settore delle biotecnologie alimentari, farmaceutiche ed ambientali, e nei campi del trattamento di acque reflue e rifiuti industriali e urbani, della valutazione di impatto ambientale, del monitoraggio ambientale, particolarmente degli ambienti marini, dell’analisi del ciclo di vita, della cattura e stoccaggio della CO2, dei biocarburanti (principalmente biodiesel da alghe) e dei biojet fuel.

E' stato docente in numerosi corsi formativi, prevalentemente all’interno dell’Eni. Egli detiene tredici brevetti ed è autore-coautore di oltre quaranta pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali e internazionali e su atti di convegno. Attualmente svolge la sua attività come libero professionista, è Scientific Advisor di società di medie dimensioni e collaboratore di istituti nel settore energetico (World Energy Council Italia).

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Marco Fontana

Marco Fontana è nato nel 1944; dopo la laurea in Ingegneria chimica presso il Politecnico di Milano nel 1968 ed un breve periodo nei laboratori della Pirelli, ha lavorato per circa trent'anni nell’ufficio Processo della Foster Wheeler Italiana, svolgendo le funzioni di Manager of Technical Services, occupandosi in particolare di: - applicazione dei computer nei calcoli di ingegneria chimica, anche nel GdL AIDIC; - distillazione, anche nel GdL AIDIC; - recuperi energetici; - gasificazione di oli pesanti mediante ossidazione parziale; - analisi di sicurezza (HazOp e HazAn)

Dopo un periodo, sempre in FWI, come responsabile del reparto Health & Safety, ha iniziato un’attività di consulenza, lavorando per Foster Wheeler France, SnamProgetti e Techint su progetti di dettaglio e su studi di fattibilità per clienti russi, kazaki, nordafricani.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Marco Formisano

Marco Formisano è laureato in Ingegneria Chimica presso l'Università Federico II di Napoli. Attualmente ricopre l'incarico di Presidente del GdL AIDIC Giovani contribuendo all’organizzazione di seminari, AIDIC Talks e gestendo la partecipazione di delegazioni del GdL Giovani in congressi o exhibitions di rilievo internazionale.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof. Massimiliano Grosso

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Chiara Lami

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Paolo Mosconi

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Luigi Nataloni

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Gabriele Pazzagli

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Massimo Pisu

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Antonio Razionale

Antonio Razionale è nato a Lanciano (CH) il 17 gennaio 1950 e si è laureato in Ingegneria chimica al Politecnico di Torino nel 1977. Dopo aver svolto importanti funzioni nel campo industriale, per la costruzione di impianti nucleari di generazione e produzione di energia elettrica, farmaceutici, petrolchimici, del settore cartario presso le società SICMA di Settimo Torinese, COMIN - Consorzio Meridionale Istallazioni Nucleari (Belleli,Fochi,Italimprese,SIMI) di Roma, Italimprese di Roma, dal 1995 ricopre il ruolo di: - Amministratore Unico e Direttore Tecnico della QMS - Quality and Management Services srl - Roma - RSPP per Amministrazioni Pubbliche Centrali e Periferiche dello Stato e in numerose aziende private - CSP e CSE per Amministrazioni Pubbliche e Private - Esperto in Sistemi di Gestione in materia di qualità, ambiente, energia, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare - Esperto in Responsabilità delle Imprese, Responsabilità Sociale e Codice Privacy - Esperto in Project Management e Risk Management - Esperto in analisi del fabbisogno e in sviluppo di progetti formativi aziendali finanziati e non - Esperto in progettazione, direzione lavori e verifiche di confronto di impianti termici, tecnologie antincendio, produzione di energia e di energie alternative -Esperto in materia ambientale e gestione integrata di rifiuti Antonio Razionale è il coordinatore della sezione AIDIC Centro.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Giacomo Rispoli

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Giorgio Vilardi

Ing. Giorgio Vilardi, 29 anni, Docente a contratto (Computer Aided Process Control), cultore della materia (Progettazione degli impianti chimici II e Sistemi di Controllo degli Impianti Chimici) e assegnista di ricerca nel settore Impianti Chimici ING-IND/25 presso il Dipartimento di Ingegneria Chimica Materiali Ambiente dell’Università di Roma La Sapienza, abilitato a Professore Associato nel settore 09/D3 (Impianti e Processi Industriali Chimici) dal 2020. Responsabile del corso “Power To Gas: soluzioni impiantistiche e analisi exergetica" nell'ambito del Dottorato Energy & Environment del Dipartimento di Ingegneria Astronautica, Elettrica ed Energetica, dell'Università di Roma La Sapienza. Nel 2019 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Chimica con Lode e con titolo di Doctor Europaeus. Autore di 5 brevetti industriali, di cui uno ine co-titolarità con l’Università di Granada e di oltre 50 articoli su rivista scientifica a elevato impact factor. In AIDIC ha ricoperto il ruolo di Presidente del GdL Giovani nel biennio 2018-2019 e a oggi ricopre il ruolo di Consigliere Eletto. Si occupa di intensificazione di processo per la produzione di nanoparticelle metalliche da impiegare come catalizzatori eterogenei in reattori catalitici a letto fisso per processi di trattamento effluenti liquidi e gassosi, nonché per la produzione di vettori energetici. Si occupa inoltre di analisi exergo-economica di impianti di valorizzazione di rifiuti solidi urbani e industriali (Waste to Energy e Waste to Gas) accoppiati a elettrolizzatori PEM e SOEC e della progettazione di processi e impianti di produzione a zero emissioni di gas serra e impianti evaporativi di recupero ZLD (Zero-Liquid-Discharge) con ricompressione meccanica dei vapori. Prima di intraprendere la carriera accademica, già molto giovane ha lavorato per piccole società di ingegneria idraulica e meccanica occupandosi del supporto nella progettazione, controllo e manutenzione di macchine a fluido (principalmente compressori e pompe centrifughe e compressori alternativi a pistoni) e linee di trasporto fluidi in pressione.

  • PRECEDENTE
  • CONSIGLIERI ELETTI DALL’ASSEMBLEA
  • COLLEGIO DEI PROBIVIRI
  • COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI